10 domande, 1000 risposte: gli studenti di un’università USA a Ferrara

Ecco le 10 risposte che Francesca Fabi, pedagogista e docente di sociologia delle migrazioni in una piccola università privata USA a Ferrara (CIEE – Council on International Educational Exchange - Italia), ha raccolto da un gruppo di suoi studenti (2 uomini e 2 donne).ciee

Francesca, nel suo ruolo di insegnante, quotidianamente, condivide con i suoi alunni materiali di vario tipo (ad esempio articoli di quotidiani, contenuti di convegni etc.), al fine di ampliare la visione, oltre i normali programmi scolastici, e offrire ai giovani una prospettiva olistica e comparativa che spazi e abbia delle concrete ricadute, specie su tematiche quali le migrazioni. Così, in linea con questo approccio, Francesca ha portato in aula il volantino “Questa è la mia storia. O la nostra?”, preso durante un appuntamento del progetto Amitié (Awareness on Migration, Developmente and Human Rights Through Local Partnership), e ha “intervistato” i suoi ragazzi.

Se volete anche voi rispondere alle nostre 10 domande compilate il form che trovate in questa pagina: http://amitie-community.eu/italia/10-punti-chiave/

Migrare è un diritto?

Sì, migrare è un diritto, un diritto che tutti abbiamo. Ognuno dovrebbe avere l’opportunità di trasferirsi in un paese per qualsiasi motivo.

La migrazione è fonte di sviluppo per l’economia, per la società?

Sì, perché il movimento della gente promuove nuove idee e, con sé, porta cambiamenti nella società, nella cultura e nell’economia. Per la società di sicuro lo è, ma per l’economia non ne siamo sicuri, anche se pensiamo che non le faccia comunque male.

Lo sviluppo è un diritto umano?

Sì, lo sviluppo e la scelta di sviluppare sono diritti, ma ci possono essere ragioni personali per le quali qualcuno decide di non farlo, e tanti fattori esterni di impedimento per le persone che vogliono creare sviluppo.

La migrazione può costituire una risorsa anche per il paese d’origine del migrante? La libertà di movimento e di circolazione può favorire maggiori possibilità di sviluppo sia nei paesi di accoglienza sia nei paesi di origine?

Sì, perché le persone che migrano, a volte, mandano dei soldi nel loro paese d’origine per aiutarne lo sviluppo e, inoltre, possono anche tornare con nuove esperienze e idee, modernizzandolo. Tuttavia, potrebbe anche non esserlo perché le persone sono risorse e, partendo, sottraggono quindi risorse ai paesi d’origine.

Come contribuisce il cittadino straniero a mantenere i livelli di benessere sociale del nostro paese?

Contribuisce al benessere sociale essendo sè stesso, nella sua diversità, arricchendo le nostre vite con altri modi di pensare, facendoci conoscere la sua cultura. Inoltre, lavorano in posti che gli altri rifiutano.

La libertà di movimento e di circolazione puó favorire maggiori possibilità di sviluppo sia nei paesi di accoglienza sia nei paesi di origine?

A proposito, raccogliamo due diversi pareri: 1) nel paese d’accoglienza sì, ma d’origine no. 2) la libertà di movimento aiuta sia il paese di accoglienza che il paese di arrivo con la possibilità di sviluppo.

In che modo le politiche migratorie incidono sulla possibilità di un cittadino straniero di costituire una risorsa per il paese in cui vive?

Le politiche migratorie decidono i diritti che hanno i migranti e, quindi, decidono la loro opportunità e possibilità di inserirsi. I governi razzisti creano gente razzista, mentre governi che accolgono tutti creano un pubblico che accoglie tutti.

Come comunicare la migrazione come processo di sviluppo?

Con il movimento della gente viene anche il movimento di soldi e idee.

Come favorire una reale partecipazione dei cittadini migranti alla costruzione di una comunità locale coesa?

Devono cercare di integrarsi con i nativi: i bambini a scuola, partecipare alla feste della comunità etc., apprezzando il nuovo paese anche se diverso dal loro. Non deve essere solamente il nuovo paese ad accogliere, ma anche viceversa.

Hai anche tu una domanda?

E’ possibile che la migrazione libera sia la soluzione?

 

 

Leave a Reply

*
Warning: imagepng(): Unable to open '/srv/www/fornitori/interni/amitie-community/wp-content/themes/modernize/include/plugin/really-simple-captcha/tmp/2053768394.png' for writing: Permission denied in /srv/www/fornitori/interni/amitie-community/wp-content/themes/modernize/include/plugin/really-simple-captcha/really-simple-captcha.php on line 121 Warning: fopen(/srv/www/fornitori/interni/amitie-community/wp-content/themes/modernize/include/plugin/really-simple-captcha/tmp/2053768394.php): failed to open stream: Permission denied in /srv/www/fornitori/interni/amitie-community/wp-content/themes/modernize/include/plugin/really-simple-captcha/really-simple-captcha.php on line 130

captcha *